SamoaUsa(Hawaii)Usa(Alaska)Messico,Canada,Usa (costa Pacifica)Messico,Usa(Arizona)Messico City,Costa Rica, ElSalvador,GuatemalaColombia,Cuba, EquadorBolivia,Brasile(Centrale),ParaguayArgentina,Brasile(Rio),UruguayCapo VerdeCosta D'AvorioIslanda,Inghilterra,Portogallo,Marocco,SenegalItalia,Svezia,Tunisia,Congo(Brazzaville)Norvegia,Grecia,Romania,Ruanda,SudAfricaIraq(Bagdad),Kenia(Nairobi),Russia(Mosca),Iran(+3,30)Russia(Samara),Mauritius,Emirati Arabi,Afghanistan(+4,30)Georgia,Pakistan,India(+5,30)Bangladesh,Sri LankaThailandia,Vietnam,Indonesia(Sumatra)Australia(Perth),Cina(Pechino),Filippine(Manila)Giappone,CoreaAustralia(Sidney),Papua Nuova Guinea,Russia(Vladivostok)VanuatuFiji,Nuova Zelanda
- Click above - Click above - Click above - Click above - Click above - Click above - Click above - Click above -
www.un.org
SPOT
THE SPOT

Run4unity 2006 nel mondo
Diversi sono stati i Paesi che non hanno voluto perdere l’appuntamento con Run4Unity.
E, a giudicare dai risultati, hanno fatto centro!

INDIA: Dehli, Mumbay Goa, Coimbatore, Vedaraniam, Mussourie, Dehradun; localizzate su una cartina geografica queste città e vedrete come dall’estremo sud dello stato del Tamil Nadu fino al nord ai piedi del Himalaya, le 7 Run4Unity indiane hanno davvero steso un arcobaleno di pace su quest’immensa nazione. 5000 i partecipanti di varie religioni: un vero passo in avanti verso la fratellanza universale!
A Goa, ad accendere la fiaccola l’arcivescovo, l’imam e il gran sacerdote sikh. Presenti anche alte cariche dello Stato (hindù) che hanno portato un bellissimo messaggio del Governatore. Era  la prima volta che si teneva una manifestazione  con una presenza interreligiosa di questo livello. A Coimbatore il programma è stato preparato dallo Shanti Ashram. Niranjana scrive: “15 scuole hanno preso parte a Run4Unity! Siamo stati onorati anche dalla presenza di 14 diplomatici di vari Paesi. Invitati sul palco, hanno acceso le lampade di alcuni ragazzi a simboleggiare l’impegno delle nuove generazioni a portare avanti il lavoro di chi li ha preceduti.  L’unità tra tutti era visibile e siamo certi che il messaggio di Run4Unity ha messo buone radici!”
Da Mumbay: Era uno spettacolo  vedere qui, dove esistono ancora tante discriminazioni, ragazzi ricchi e poveri di diverse religioni giocare insieme per costruire e vivere la pace. Erano più di un migliaio! Senza paura abbiamo lanciato a tutti la ‘Regola d’oro’, assistendo ad una serie di miracoli.”.

Tra le Run4Unity più sorprendenti, quella che si è tenuta in Mizoram è sicuramente al primo posto. Sapete dove si trova questa nazione? A nordest dell’India, vicino al Bangladesh, dove da pochissimo è arrivato l’Ideale dell’unità, grazie ad una ragazza, ora adulta, venuta al primo Supercongresso. Erano in 700 tutti al primo contatto con 'Ragazzi per l'unità'.

SUD AFRICA: «Run4Unity in simultanea in tante parti del Paese è stato splendido! A Soweto, Mafikeng, Bulawayo eravamo in 450 impegnati nei vari giochi, tutti incentrati sull’arte di amare. "É stato fantastico - ci ha detto una ragazza  - ho imparato ad amare ed ero contenta di vedere che tutti lo facevano”. Nel programma era inclusa anche una gara ecologica per imparare a tener pulito l’ambiente. Un grande successo ha avuto l’invito rivolto ad ogni ‘runner‘ di portare un sacchetto con quanto di proprio avrebbe voluto donare ai 'Ragazzi per l'unità' del Lesotho che mancano di materiale scolastico.  Presto distribuiremo quanto abbiamo raccolto anche ad alcuni bambini di un quartiere poverissimo di Soweto, dove da qualche mese portiamo avanti l’azione ‘ColoriAmo la città,’ prestando servizio in una mensa per i poveri. Ci stiamo impegnando poi a diffondere in tante scuole il nostro messaggio con un progetto: “Education for a United World” e tanti presidi ci stanno aprendo le porte!

IRLANDA: “Un avvenimento per ragazzi organizzato dai ragazzi: questo sì che mi è piaciuto!” Ecco una delle impressioni lasciate dai 300 di Dublino. Tra gli altri venuti da tutta l’Irlanda anche  filippini, indiani della comunità sikh e un gruppo di ragazzi africani, rifugiati politici che al termine ci hanno scritto: “Ci avete fatto sentire a casa. Il prossimo anno ci saremo di nuovo!”. Inoltre, come ci aveva promesso, anche il sindaco ha voluto partecipare e, saputo che i fondi raccolti sono per Schoolmates,  si è detto pronto a collaborare con noi! Ma non è finita qui! “Bravissimi! – ha scritto loro Chiara Lubich - Sono contenta e vivamente appoggio la vostra proposta di coltivare l’amicizia con quanti avete incontrato, per ‘non perdere nessuno’. Così continuerete come protagonisti nella costruzione del mondo nuovo voluto da Gesù Vi saluto con affetto!”

AUSTRIA: A Graz tra i 6000 atleti della maratona annuale, gli oltre 600 partecipanti a Run4Unity si distinguevano per le t-shirt gialle con il caratteristico logo. Gli organizzatori della maratona, che hanno sponsorizzato anche Run4Unity in favore del progetto Schoolmates,  ci hanno ringraziato per aver dato un’anima al loro grande evento sportivo: “Speriamo  che l’hanno prossimo siate il doppio!” Tanti atleti hanno partecipato poi al nostro programma dove dal palco tra canti ed anche un collegamento telefonico con Santo Domingo, abbiamo invitato tutti i presenti a colorare la città ogni giorno vivendo la Regola d’oro.

CILE: “Superando una serie di imprevisti che fino all’ultimo ci hanno tenuto con il fiato sospeso anche a Santiago del Cile, si è svolta Run4Unity e con successo! Tutti i partecipanti hanno firmato con la loro impronta digitale un ‘Patto con la pace’, impegnandosi a vivere sempre l’arte di amare. È stato un momento di grande festa che vogliamo ripetere nella prossima Run4Unity a S. Felipe, una città di un’altra regione del nostro Paese”.